Salta al contenuto principale

Tutela vegetazione spontanea e piccola fauna

La Legge Regionale 31 marzo 2008, n. 10 “Disposizioni per la tutela e la conservazione della piccola fauna, della flora e della vegetazione spontanea”, è nata dall’esigenza di riscrivere la vecchia Legge Regionale n. 33 del 1977, allora concepita in un contesto sociale ben diverso e comunque prima dell’acquisizione tecnico-scientifica di normative che hanno cambiato profondamente il nostro modo di intendere la tutela della natura.

Numerose le novità: indicazioni più stringenti per la tutela di specie oggetto di scarsa protezione come anfibi, rettili, invertebrati; la tutela non più rivolta solo a singoli esemplari o a determinate specie, ma estesa anche agli habitat caratteristici dei gruppi più minacciati, così da rendere effettivamente possibile la sussistenza delle specie. Per quanto riguarda la tutela della flora spontanea, si distingue tra tutela assoluta, per le specie gravemente minacciate di estinzione, e raccolta regolamentata, per altre specie a minor rischio. Inoltre, la tutela della flora viene definita a livello regionale, ossia in modo omogeneo su tutto il territorio della Lombardia.

Gentiana

La legge contempla anche un argomento del tutto nuovo e attuale, ovvero l’opportunità di operare contro piante e animali esotici e invasivi la cui diffusione in Lombardia danneggia le nostre specie (si pensi ad esempio ai gamberi americani, al tarlo asiatico, alla rana toro, all’ambrosia, al prugnolo tardivo, all’ailanto, al fior di loto). 

Nel complesso, si tratta quindi di una normativa moderna che, pur facendo salvi i principi della rigorosa protezione delle specie minacciate, non si riduce a semplice elenco di divieti e vincoli, entrando invece nel merito di alcuni importanti argomenti di gestione attiva dell’ambiente naturale.

Proprio la complessità degli argomenti affrontati e, in particolare, l’approfondimento scientifico attuato sulle specie da tutelare, ha reso indispensabile la pubblicazione di un vero e proprio manuale che illustra tutte le specie d’interesse - 460 specie di piante e 76 specie animali - che sono sinteticamente descritte e in massima parte illustrate con fotografie originali.

Consulta la Legge Regionale cliccando qui.

La Legge Regionale 10/2008 regolamenta anche raccolte/prelievi e reintroduzioni. Per ulteriori informazioni clicca qui.

Si consiglia di consultare l'allegato elenco redatto dalla Provincia di Sondrio per verificare la possibilità o meno di raccogliere limitatamente o liberamente le specie botaniche, facendo attenzione a quelle velenose e tossiche. Per alcune specie la raccolta è vietata. Carabinieri Forestali e Guardie Ecologiche Volontarie vigilano sull'osservanza della Legge Regionale 10/2008, elevando sanzioni ai trasgressori.

Comunità Montana Alta Valtellina

Via Roma, 1
23032 Bormio (SO)
Codice fiscale: 92002450143
Tel. +39 0342 912311
Fax +39 0342 912321
Codice IPA: cm_avalt
Codice univoco: UFBSVQ
info@cmav.so.it
cmav@pec.cmav.so.it

Orari

UFFICI
mattino: da lunedì a venerdì 
dalle 08:30 alle 12:00 e 
pomeriggio: da lunedì a giovedì
dalle 14:00 alle 17:00
venerdì: dalle 08:30 alle 12:00

UFFICIO PROTOCOLLO
da lunedì a venerdì dalle 08.30 alle 12.00

torna all'inizio del contenuto