Salta al contenuto principale

Trasformazioni paesaggistiche e del bosco

L’eliminazione di un bosco (con taglio e sradicamento delle piante) per cambiare la destinazione d’uso del suolo (da bosco a terreno urbanizzato, agricolo o altro) è chiamato “trasformazione del bosco”. Questo termine coincide con i concetti di “disboscamento” o “deforestazione”.
 
La “trasformazione del bosco” è possibile in alcuni casi ma deve sempre essere autorizzata dagli “Enti forestali”, ossia da:

  • enti gestori di parchi o riserve, nel caso di boschi che ricadono in queste aree protette; 
  • Comunità montane, nel restante territorio montano; 
  • Province, nel restante territorio di pianura.

Regione Lombardia ha approvato regole per la concessione o il diniego di autorizzazioni alla “trasformazione del bosco”. Queste regole sono contenute:

  • nella l.r. 31/2008 (“Testo unico delle leggi regionali in materia di agricoltura, foreste, pesca e sviluppo rurale”) in particolare all’articolo 43; 
  • nella d.g.r. 675/2005 (“Criteri per la trasformazione del bosco e per i relativi interventi compensativi”), approvata dalla Giunta regionale della Lombardia in applicazione dell’art. 43 della l.r. 31/2008 e dell'art. 4 del d.lgs. 227/2001.

Sono infine definite le procedure per gli iter amministrativi e per raccordare le autorizzazioni alla trasformazione del bosco con l’iter delle autorizzazioni paesaggistiche e idrogeologiche.
I criteri sono stati approvati con dgr 675/2005 e successivamente modificati e integrati in alcune occasioni (d.g.r. 2024/2006, d.g.r. 3002/2006, d.g.r. 2848/2011, d.g.r. 6090/2016).
Per ulteriori informazioni sulle singole pratiche è necessario rivolgersi all'ente forestale di competenza.
Per informazioni sulle singole pratiche, rivolgersi agli enti competenti per le istruttorie (enti gestori di parchi regionali e di riserve regionali, comunità montane e Uffici Territoriali Regionali)

Comunità Montana Alta Valtellina

Via Roma, 1
23032 Bormio (SO)
Codice fiscale: 92002450143
Partita IVA: 01059100147
Tel. +39 0342 912311

Alcuni consigli per sfruttare al massimo la tua esperienza in un casinò svizzero online può fare la differenza topcasinosuisse.com/it/ . Una delle cose più importanti da sapere è come finanziare il tuo account in un casinò online. La maggior parte dei casinò online in Svizzera accetta carte di credito e carte di debito, quindi dovrai trovarne uno che accetta entrambi. MasterCard e Visa sono i metodi di deposito più popolari, ma ci sono anche molte altre opzioni. Puoi anche usare e-portafogli o buoni prepagati. Alcune opzioni popolari includono Skrill, Neteller e Paysafecard. Alcuni casinò online accettano anche Bitcoin. Un altro fattore importante da considerare quando si sceglie un casinò online in Svizzera è il supporto linguistico. Il casinò dovrebbe supportare tutte e quattro le lingue ufficiali del paese. Questo è particolarmente importante se stai giocando in inglese. Se non sei familiare con la lingua utilizzata in Svizzera, è importante che il tuo account supporti la tua lingua scelta. Altrimenti, avrai difficoltà a comunicare con il personale del servizio clienti dei casinò. Oltre ad essere sicuro, un casinò online dovrebbe essere affidabile. Avere accesso a un casinò online affidabile è un buon modo per proteggerti dal furto di identità. A differenza di altri paesi, la Svizzera non ha un casinò fisico, quindi è importante assicurarsi di essere come un sito affidabile. Vuoi anche assicurarti che la tua password sia unica e forte, in modo da non dover preoccupare di chiunque altro rubando i tuoi soldi. Puoi trovare un elenco dei migliori casinò in Svizzera su siti come SlotSup.

Fax +39 0342 912321
Codice IPA: cm_avalt
Codice univoco: UFBSVQ
info@cmav.so.it
cmav@pec.cmav.so.it

 

Accessibilità

Orari

UFFICI
mattino: da lunedì a venerdì 
dalle 08:30 alle 12:00 e 
pomeriggio: da lunedì a giovedì
dalle 14:00 alle 17:00
venerdì: dalle 08:30 alle 12:00

UFFICIO PROTOCOLLO
da lunedì a venerdì dalle 08.30 alle 12.00

torna all'inizio del contenuto